Il buon Dio si nasconde nei dettagli

Ci vuole tempo, passione ed esperienza...

1/5
Credenza in radica

​​
 

 

Il fascino del legno

 

La radica di castagno, dall'elegantissimo colore ambrato, rende molto preziosa questa credenza del Settecento veneziano. La struttura in ciliegio massiccio è rivestita, anche sulla faccia interna delle ante, con un'impiallacciatura di radica dello spessore di 4-5 millimetri (da notare il disegno speculare della radica sulle due ante centrali). Le ante sono a tutta luce, come pure i cassetti a scomparsa. Il mobile è impreziosito da filetti intarsiati e leggeri intagli. I cassetti laterali si aprono grazie a una feritoia nascosta nel vano della credenza. La ferramenta in ferro battuto è stata realizzata ad hoc.

1/5
Bureau Luigi Filippo

 

​​

 

A regola d'arte

 

Questo bureau Luigi Filippo in noce massiccio è un buon esempio dell'attenzione costruttiva che caratterizza i mobili di Francesco Bonfante. Come si vede dalle venature sui fianchi del bureau e dei cassetti, tutte le tavole di noce sono state selezionate in modo che le venature siano disposte orizzontalmente. Questo non serve solo a evidenziare la bellezza del legno, ma anche a mantenere sotto controllo i suoi movimenti naturali.

Altri dettagli preziosi: le cornici dei cassettini in piuma di noce e i fianchetti del piano di lavoro che nascondono dei segreti.

.

1/3
Scrittoio inglese in mogano

 

​​

 

Slanciato e massiccio

 

L'alzatina con i fianchi degradanti, la curva arrotondata del dorso, le gambe sottili e slanciate, con zoccoli en cabriole stilizzati, conferiscono un'eleganza femminile e discreta a questo scrittoio inglese dell'Ottocento. 

Tutto in mogano massiccio, come la sedia abbinata.

.

1/6
Fregio intagliato

 

​​

 

Lussuosamente classico

 

Un pannello in massello di noce con figure greco-romane intagliate a bassorilievo su fondo in oro zecchino. Un'opera unica, di grande effetto decorativo. 

.